La Gran Bretagna verso un futuro senza carbone

la-gran-bretagna-verso-un-futuro-senza-carbone

Un intero giorno senza energia generata da carbone per il Regno Unito

Un esperimento volto al miglioramento della qualità della vita e della salute del nostro pianeta: la Gran Bretagna ha provato ad alimentarsi per 24 ore senza utilizzare energia da carbone. È successo lo scorso 21 aprile, e potrebbe essere il primo passo verso l’obiettivo della chiusura totale entro il 2025 delle centrali a carbone ancora attive nel Regno Unito.

Lo scorso anno era già stato effettuato un esperimento analogo, durato per 19 ore, allo scopo di verificare se un’alimentazione generata soltanto da fonti pulite fosse effettivamente fattibile. I risultati sono incoraggianti ma i margini di miglioramento sono ancora notevoli poiché gran parte dell’energia utilizzata nei giorni coal-free non è stata generata da fonti rinnovabili. Secondo Grindwacth, infatti, circa la metà dell’elettricità utilizzata quei giorni sarebbe stata generata da gas naturale, ed il resto equamente diviso tra nucleare, fonti rinnovabili ed energia importata. Un dato che non stupisce, considerato che, allo stato attuale, il nucleare e le fonti rinnovabili riescono a coprire soltanto la metà del fabbisogno energetico del Regno Unito.

 

Il futuro energetico del Regno Unito

La rinuncia al carbone per 24 ore, comunque, resta un passo enorme verso il raggiungimento di un futuro energeticamente pulito, dato che il Regno Unito ha storicamente sempre fatto affidamento sul carbone. Nuovi esperimenti verranno messi in atto in futuro allo scopo di prolungare sempre più i periodi coal-free man mano che ci si avvicina al 2025.

Il problema delle fonti rinnovabili è particolarmente sentito nel paese, considerato che la Gran Bretagna è, tra i paesi industrializzati, uno dei fanalini di coda quando si tratta di energia pulita. Paesi come Islanda e Svezia, infatti, vantano una produzione energetica sostenibile quasi al 100%, ma anche paesi meno sviluppati sono in grado di sorreggersi su fonti pulite, come il Costa Rica, che non utilizza combustibili fossili dal giugno 2016.

Il segreto per raggiungere l’indipendenza energetica sostenibile, secondo gli esperti, è in due punti chiave: un governo capace di porsi obiettivi concreti ed investire in essi, e la consapevolezza che non c’è altra soluzione senza controindicazioni economiche e ambientali.

Questo blog è realizzato da Alma Technology, la web agency specializzata in posizionamento SEO e reputazione online a Roma.

Leave a Reply