Abiti usati: l’impegno di H&M

abiti-usati

Il brand svedese H&M ricicla abiti usati per una moda sostenibile

Il fashion brand svedese H&M ha organizzato un’importante iniziativa di raccolta di abiti usati che durerà fino a domenica 24 aprile.

L’azione di CSR (corporate social responsibility), promossa da tutti i punti vendita sparsi nel mondo, si pone l’obiettivo di riuscire a raccogliere 1000 tonnellate di abiti usati grazie alla partecipazione degli stessi clienti del marchio. In vista della settimana mondiale del riciclo, quindi, H&M è pronto a dare nuova vita a vestiti di qualsiasi marca.

La logica della moda sostenibile pone al centro la possibilità di riutilizzare materiali e stoffe che inizialmente erano destinati ad un diverso uso. H&M è già da tempo un brand sostenitore di questa idea innovativa, come dimostrano azioni di recupero e riutilizzo di molti prodotti tessili, quali lenzuola, tendaggi o tovaglie.

Come partecipare all’iniziativa? Semplice.

abiti-usati-hm

Occorre solamente portare i propri abiti usati o altri prodotti tessili nei punti vendita del brand svedese, presenti ormai in ogni città. Per ogni sacchetto di vestiti, ogni cliente potrà ottenere un buono sconto di 5 euro da utilizzare per una spesa minima di 40 euro. Inoltre, ogni abito usato ricevuto comporterà una donazione di 0,02 euro all’organizzazione locale di questo progetto, che nel caso italiano è Save The Children.

Ogni indumento raccolto grazie a questa iniziativa potrà essere riutilizzato in vari modi. Se i capi si trovano in buone condizioni e non sono eccessivamente logorati dall’usura, verranno riutilizzati. Se il vestito non è in buono stato, la sua stoffa potrà essere reciclata. Nel caso in cui, invece, il capo sia impossibile da recuperare o riconvertire, verrà comunque utilizzato per produrre energia.

L’idea di recuperare vecchi indumenti per destinarli ad un nuovo utilizzo è stata supportata da importanti iniziative pubblicitarie e di marketing, che hanno visto il coinvolgimento di star e testimonial d’eccezione. La comunicazione è stata finalizzata alla sensibilizzazione dei consumatori nei confronti delle questioni legate all’impatto ambientale degli abiti presenti nelle discariche. Il claim “La moda non merita di finire nei rifiuti” ci aiuta a comprendere quanto sia importante, per questo fashion brand, la questione legata al riciclo e alla moda sostenibile, come hanno già dimostrato altre iniziative analoghe che H&M ha iniziato a intraprendere già dal 2013.

Leave a Reply