18 anni di tempo per contrastare il surriscaldamento globale

Entro il 2035 dovremo liberarci dei motori a benzina per raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi

Climate Action Tracker è stato chiaro: entro il 2035 dovremo liberarci dei motori a benzina se vogliamo contrastare l’attuale cambiamento climatico. L’obiettivo da raggiungere è abbassare la temperatura media mondiale di 2 gradi Celsius, così come stabilito dai leader mondiali a Parigi lo scorso anno.

Secondo l’ultimo resoconto rilasciato da CAT, la chiave per ottenere il risultato che ci si è prefissati è proprio quello di eliminare i combustibili fossili entro i prossimi 18 anni.

Possibili alternative ai motori a benzina

Non si tratta certo di un obiettivo semplice da raggiungere. Trasformare l’intera industria automobilistica mondiale in modo da renderla energeticamente pulita è un processo che richiederà notevole sforzo sia da parte dei produttori che dei consumatori. In particolare sarà necessario fare in modo che i prezzi siano abbordabili per l’utenza media. Ed è in questo che confidano i fautori delle nuove tecnologie per l’industria automobilistica, per i quali un futuro più pulito e alla portata di tutti è possibile.

Due le soluzioni attualmente in via di sviluppo:

  • Auto elettriche. Come era prevedibile, l’attenzione di Climate Action Tracker è caduta sul notevole potenziale delle auto elettriche, soprattutto considerato che tutte le maggiori case automobilistiche stanno attualmente lavorando su una propria linea di questo prodotto.
  • Altra soluzione è quella che di recente si sta imponendo come alternativa fattibile: l’auto a idrogeno (di cui abbiamo parlato in un articolo precedente).

Ulteriore passo da compiere sarà l’utilizzo di fonti totalmente rinnovabili nell’industria elettrica. Per il raggiungimento della soglia stabilita a Parigi è necessario che la produzione elettrica sui basi a sua volta sulle energie pulite. Sarebbe un po’ un controsenso se l’elettricità di alimentazione delle automobili fosse generata da carbone o petrolio!

Ti piace questo blog? Alma technology, specializzata nella realizzazione siti web può aiutarti a realizzare il tuo.

Leave a Reply